http://nett.com.au, http://derbydinner.com#motilium, buy revia #323ddo, http://derbydinner.com#motilium, propecia online, remeron, nett.com.au#buy-naltrexone-no-prescription, buy nexium, buy fluoxetine online, buy zoloft, buy clomid online, buy anafranil online, buy accutane online, http://derbydinner.com, mebendazole online, http://derbydinner.com, see more, buy revia online, http://nett.com.au, http://rxmediworld.com#nolvadex
I sentieri della Grande Guerra

Salve inguaribili viaggiatori,

la meta che volevo oggi segnalarvi sono i sentieri della Prima Guerra Mondiale che si trovano in Friuli Venezia Giulia.

Un popolo che non ricorda il proprio passato non ha un bel futuro davanti a sè” queste sono le parole che mi diceva sempre mio nonno, quando da piccolo, mi prendeva sulle sue ginocchia ed iniziava a raccontarmi come lui ha vissuto la Prima Guerra Mondiale.

Queste parole, mi sono ritornate in mente quest’estate, quando sono stato in Friuli Venezia Giulia dove ho potuto compiere un tuffo nella storia, semplicemente passeggiando nei musei all’aperto che ci sono in questa regione.

Trincee sul Pal Piccolo (foto Gabriele Menis)

Teatro di alcune delle più importanti vicende storiche italiane che si sono succedute durante la Grande Guerra, il Friuli Venezia Giulia non vuole dimenticare il suo passato e quindi racconta ancora oggi i drammatici eventi di quei lunghi giorni, portandoci per mano attraverso il destino e le sorti di soldati combattenti, fra le storie e gli aneddoti al tempo della Prima Guerra Mondiale.

Fra il 1915 ed il 1917, infatti, sull’altopiano carsico combatterono italiani ed austro – ungarici in ben 12 battaglie, ma altri scontri, meno noti probabilmente, si realizzarono anche in cima alle Alpi Giulie e alle Alpi Carniche durante la ritirata seguita alla disfatta di Caporetto. Per suggestive escursioni nei territori interessati dal primo conflitto mondiale leggete qui.

Camminamento della Dolina del XV Bersaglieri (foto Gabriele Menis)

Oggi questi luoghi, lontani dagli eventi drammatici del passato, possono essere visitati grazie ad un progetto che salvaguardia e valorizza gli itinerari della Grande Guerra nel Friuli Collinare, percorsi storico – culturali che hanno l’intento di raccontare vicende passate molto importanti, conoscendo la vera vita di trincea, entrando nei luoghi delle battaglie in punta di piedi bussando alla storia, ammirando le costruzioni fortificate che ancora oggi sono a tremendo ricordo di quel periodo.

I sentieri della Grande Guerra, sono un’esperienza sentita, che portano alla scoperta di luoghi come il campo trincerato austro – ungarico di Ragogna, oppure al Monte Calvario passando per Gorizia, oppure ancora a Kolovrat, un vero e proprio museo all’aperto che testimonia la presenza in loco della terza linea difensiva italiana.

La Valle dell’Isonzo (foto Alex Kornfeind)

Molto suggestiva, fra i tanti posti da poter visitare e che fanno parte dei sentieri della Grande Guerra, è il percorso “Le Vie della Guerra fra San Daniele, Forgaria e il Monte Cuar”, un tragitto che, partendo dal ponte Cornino, si snoda lungo circa 40 Km fra paesaggi mozzafiato, residuati bellici e architettura locale, fino ad arrivare a San Daniele del Friuli dove potrete visitare una interessante struttura museale, la Sala Esposizione dei Cimeli Militari, e la zona del Castello, dove il 30 ottobre 1917, vi fu uno strenuo tentativo di resistere all’avanzata dell’esercito austro – germanico.

La Valle del Tagliamento dal Monte di Ragogna (foto Gabriele Menis)

Se decidete di intraprendere questo percorso storico ricordatevi che il Friuli Collinare è anche una terra di sapori e prodotti genuini: non si può passare per San Daniele del Friuli senza fermarsi ad assaggiare il famoso prosciutto, che insieme a quello di Sauris sono due delle eccellenze italiane più apprezzate dai numerosi viaggiatori che visitano il Friuli Venezia Giulia.

E voi, volete scoprire le vicende storiche che hanno attraversato il Friuli Venezia Giulia durante il primo conflitto mondiale? Per tutti gli approfondimenti scoprite il sito dedicato agli Itinerari della Grande Guerra.

Leave a Reply




Post Comment

people follow

Seguici anche su

© Agenzia Turismo Friuli Venezia Giulia – Villa Chiozza, via Carso 3 – 33052 Cervignano del Friuli (UD) – info@turismo.fvg.it

numero verde 800 016 044/+39 0431 387130 tel. +39 0431 387111 – fax +39 0431 387199 – P.I. 02422260303 – C.F. 94096480309

Progetto cofinanziato dall’Unione Europea con il POR FESR 2007- 2013 – attività 3.2.b “Sviluppo servizi informatici avanzati per il sistema turismo”